Posted by on gen 30, 2017 in ammiratoculturehouse, arte, progetti in corso, slide | 0 comments

Ammirato Culture House in collaborazione con
Palchetti Laterali/Università del Salento presenta:

TELL ME… ACTOR!

Narrazione di gesta e drammaturgia d’attore
Residenze artistiche a cura di Maria Chiara Provenzano
direzione artistica Ippolito Chiarello

Tell Me… Actor! è un programma di residenze artistiche, laboratori e spettacoli che si rivolge all’attore come ad una Musa contemporanea, alla quale chiedere “cantaci gli uomini e gli eroi”, ma anche – come fanno i bambini con i nonni – “raccontami una storia”.

Da febbraio a maggio Ammirato Culture House ospiterà quattro artisti con percorsi differenti ma uniti, in questa esperienza, dalla cifra espressiva della narrazione: la narrazione delle gesta di Orlando e dei paladini di Francia, la narrazione dell’èpos popolare dei Promessi Sposi, la narrazione del mito del Tempo.

Una scelta dettata dalla volontà di accogliere,  nello spazio fisico e metafisico che è la residenza teatrale, percorsi nati da un’esigenza vitale, pulsante, meditata, provata. Percorsi dei quali si è testimoni, scelti non in base ad una scheda tecnica o una recensione.

Enrico Messina, Vittorio Continelli, Manuela De Meo, Flavio Albanese sono, prima di tutto, compagni di viaggio sul cammino verso una ridefinizione di una consapevolezza attoriale che travalichi il mero ingaggio, la dinamica bidimensionale del teatro ripetuto a memoria, della prosa stucchevole. L’attore al quale chiediamo di raccontarci una storia è un attore “politico”, soggetto – non oggetto – artistico, attento a chi ha attorno, desideroso di esprimere la propria voce utilizzando le tecniche di un’arte millenaria, che ancora incanta e lascia sospesi.

Il titolo individuato per questa sessione di residenze, si accorda con la volontà di ripensare al ruolo dell’attore nella società seguendo la linea che dal giullare medievale ha portato sino a Dario Fo perché, come allora, l’istituzione che dovrebbe farsi carico del Teatro, promuoverlo e fortificarlo, latita. Siamo in un nuovo medioevo in cui l’attore deve riunire in sé abilità da poeta, danzatore, musicista, giocoliere… ma soprattutto deve saper scendere dal palco (quand’anche ne abbia uno a disposizione) senza cadere e guadagnare la piazza, l’agorà, facendo il proprio mestiere: quella grande magia che grazie ad una recitazione “epica”, volta a raccontare personaggi che, con un gesto, una mano battuta sul fianco, uno schiocco di dita o uno squillar di tromba, appaiono vivi davanti ai nostri occhi sgranati. Acta est fabula, plaudite!

 

22-25 FEBBRAIO ENRICO MESSINA

22-23-24/02 Residenza-Laboratorio di narrazione (h. 16.00-20.00)

24/02 “Orlando furiosamente solo rotolando”, spettacolo (h. 21.00)

 

6-11 MARZO VITTORIO CONTINELLI e LUANA GIACOVELLI 

6-10/03 Residenza

10/03 “Dirò d’Orlando”, spettacolo (h. 21.00)

 

24-29 APRILE FLAVIO ALBANESE

24-28/04 Residenza

27/04 “L’Universo è un materasso”, spettacolo (h. 21.00)

 

8-13 MAGGIO MANUELA DE MEO 

8-12/05 Residenza

12/05 “Manzoni senza filtro”, spettacolo (h. 21.00)

Share This: